Questo sito non è affiliato a enti governativi e non è il box office ufficiale. Il prezzo del biglietto supera il valore nominale. Il nostro sito web non è affiliato a nessun ente pubblico e non è l’ufficio di vendita ufficiale. I prezzi superano il valore nominale.

Antoni Gaudí Storia

Biografia

Antoni Gaudí i Cornet è stato un architetto catalano spagnolo. È diventato noto a livello internazionale come uno dei più grandi e prodigiosi esperti nel suo campo e come uno dei massimi esponenti del modernismo. Gaudí nacque il 25 giugno 1852; la sua famiglia era composta da calderai, il che gli permise di acquisire una particolare abilità nel lavorare con lo spazio e il volume, dato che aiutava nell’officina di famiglia con il padre e il nonno. Il suo interesse e il suo talento per la progettazione degli spazi e la trasformazione dei materiali sono cresciuti e migliorati fino a diventare un genio accertato per le creazioni in tre dimensioni. Le sue opere hanno uno stile unico e personalizzato. La maggior parte di essi si trova a Barcellona, compreso il suo principale capolavoro, la Sagrada Família.

Biography of Antoni Gaudi
Gaudi was interested in architecture since he was a child

Gaudí l'architetto

Fin da giovane Gaudí mostrò interesse per l’architettura e intorno al 1870 si recò a studiare a Barcellona, che all’epoca era la città più moderna della Spagna, svolgendo anche diversi lavori per potersi pagare la carriera accademica. Nonostante gli studi siano stati interrotti dal servizio militare, Gaudí riuscì a diplomarsi alla Scuola Provinciale di Architettura nel 1878.

La carriera professionale di Gaudì

L’opera di Gaudí è solitamente classificata come modernista (nota anche come modernismo catalano), e appartiene a questo movimento per l’ansia di rinnovare senza rompere la tradizione, la ricerca della modernità, il senso ornamentale applicato alle opere e il carattere multidisciplinare della sua impresa, dove un ruolo centrale è giocato dall’artigianato. Gaudí ha aggiunto un tocco di barocco, adottando i progressi tecnici e continuando a utilizzare il linguaggio architettonico tradizionale. Questo amalgama, unito alla sua musa Natura e al tocco originale delle sue opere, conferisce alle sue opere un ruolo personale e unico nella storia dell’architettura.

Gaudí iniziò la sua carriera professionale mentre stava ancora studiando. Per potersi pagare gli studi, lavorò come disegnatore per alcuni dei più noti architetti barcellonesi dell’epoca, come Joan Martorell, Josep Fotserèm Francisco de Paula Villar y Lozano, Leandre Serrallach ed Emili Sala Cortés.

Quando si laureò, Gaudí lavorò all’inizio seguendo il filone artistico dei suoi predecessori vittoriani, ma ben presto sviluppò uno stile proprio, componendo le sue opere con accostamenti di masse geometriche e animando le superfici con motivi di pietra o mattoni, piastrelle di ceramica brillanti e lavorazioni metalliche rettili o floreali.

Il suo primo progetto fu una serie di lampioni per la Plaça Reial, le edicole Girossi e la cooperativa Mataró, quest’ultima la sua prima opera importante.

I primi progetti di Gaudí

Gaudí aveva già attirato l’attenzione dell’imprenditore Eusebi Güell in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi del 1878; quest’ultimo ne rimase talmente colpito da voler incontrare Gaudí, il che significò l’inizio di una collaborazione professionale e di una lunga amicizia.

Il suo primo incarico per Gaudí fu la progettazione degli arredi della cappella del pantheon del Palacio de Sobrellano a Comillas, che stava per essere costruito da Joan Martorell, uno degli insegnanti di Gaudí. Gaudí progettò una sedia, una panca e uno sgabello da preghiera; la sedia era rivestita di velluto, rifinita con due aquile e lo stemma del marchese; la panca ha il motivo di un drago; lo sgabello da preghiera è decorato con piante. Un lavoro che lo porterà a progettare Park Güell e altri progetti.

I modelli di catene di Gaudí

Gaudí non amava disegnare, e oltre all’uso di modelli, invece di usare i piani tradizionali, progettò una complessa serie di catene sospese che attaccò al soffitto per visualizzare e capire il progetto di molte delle sue commissioni religiose, anche della stessa Sagrada Família.

Ha dedicato buona parte dei dieci anni della sua vita a sviluppare questo modello di “catena pendente”, con l’uso di pesi e corde. Le forme ad arco che risultarono dall’esperimento erano ciò che Gaudí cercava come forma architettonica, se capovolte. Questo sarebbe stato essenziale per poter lavorare al suo progetto per la Sagrada Família.

Edifici di Gaudí

Antoni Gaudí progettò e lavorò a un discreto numero di progetti durante la sua vita, la maggior parte dei quali situati a Barcellona. Il suo stile unico era chiaramente impregnato nel suo lavoro e nella sua vita. Nel corso della sua carriera ha attraversato diversi periodi di stile.

El Capricho

È una villa situata a Comillas, in Cantabria, Spagna, ed è stata progettata da Gaudí. Fu costruito nel 1883-85 per essere utilizzato in estate da un ricco cliente, Máximo Díaz de Quijano. Purtroppo Díaz morì un anno prima che la casa fosse terminata. Questa villa appartiene al periodo orientalista di Gaudí.

Palazzo episcopale

Il Palazzo episcopale di Astorga fu costruito tra il 1889 e il 1913. È stato progettato nello stile del Modernismo catalano ed è uno dei tre edifici di Gaudí fuori dalla Catalogna. Gaudí ricevette l’incarico di rifare il palazzo episcopale originale, distrutto da un incendio nel XIX secolo. È stato progettato in stile neo-medievale in armonia con la sua posizione.

Casa Vicens

Situato nel quartiere di Gràcia in Carrer de les Carolines, 20-26. È stata la prima casa progettata da Gaudí e uno dei suoi primi edifici in stile Art Nouveau. Lo stile riflette l’architettura neomudéjar.

Sagrada Família

La Sagrada Família è il capolavoro di Gaudí. Nel 1883 assunse la direzione del progetto come architetto capo e cambiò radicalmente il design della chiesa, unendo i suoi stili architettonici e ingegneristici e combinando forme gotiche e curvilinee dell’Art Nouveau. Ha lavorato direttamente sulla facciata della Natività per stabilire una sorta di guida per le generazioni future. Il completamento è previsto per il 2026.

Padiglioni Güell

È un complesso di edifici situato nel quartiere di Pedralbes, a Barcellona. Fu costruito tra il 1884 e il 1887. Gaudí propose un disegno orientalista, simile all’arte mudéjar.

Palazzo Güell

È un palazzo progettato da Gaudí per il magnate industriale Eusebi Güell, costruito tra il 1886 e il 1888. Situato sul Carrer Nou de la Rambla, a Barcellona. Il fulcro della casa è la sala principale per intrattenere gli ospiti dell’alta società. Fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO “Opere di Antoni Gaudí”.

Casa Botines

La Casa Botines si trova a León, in Spagna. Fu costruito tra il 1891 e il 1892. È stato adattato per fungere da sede della Caja España, una cassa di risparmio locale. Progettò un edificio dall’aria medievale e con varie caratteristiche neogotiche. L’edificio ha quattro piani, un seminterrato e un sottotetto.

Bodegas Güell

È un complesso architettonico che contiene un’azienda vinicola ed edifici associati, situato a Garraf, Barcellona. La cantina ha un profilo frontale triangolare, con tetti praticamente verticali, lastre di pietra a forte pendenza, rifinite da diversi camini e due porte che si collegano al vecchio edificio. Ha tre piani. Attualmente, nel complesso è presente un ristorante.

Casa Calvet

Si tratta di un edificio progettato per un’azienda tessile che fungeva da immobile commerciale, al piano interrato e al piano terra, e da residenza. È stato costruito tra il 1989 e il 1900. Questo edificio è il più convenzionale di tutte le sue opere.

Bellesguard

Conosciuta anche come Casa Figueres, è una moderna casa padronale costruita tra il 1900 e il 1909. La facciata esterna è in stile neogotico, come Gaudí intendeva fare in omaggio all’originario castello medievale che sorgeva in quel luogo.

Parco Güell

Si tratta di un sistema di parchi pubblici con giardini, elementi decorativi e architettonici situati a Barcellona. Costruito tra il 1900 e il 1914, fu poi inaugurato come parco pubblico nel 1926. È la rappresentazione della pienezza artistica di Gaudí e appartiene al suo periodo naturalista. Fa parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO sotto la voce “Opere di Antoni Gaudí”.

Casa Batlló

È un edificio situato nel centro di Barcellona. È anche considerato uno dei capolavori progettati da Gaudí. Fu ridisegnato da lui nel 1904 ed è identificabile come Modernismo o Art Nouveau nel senso più ampio del termine. Ha una qualità organica viscerale e scheletrica.

Giardini di Artigas

Sono un parco situato a La Pobla de Lillet, Barcellona. Costruito tra il 1905 e il 1906, Gaudí riempì i giardini di archi e simboli cattolici.

Casa Milà

Comunemente nota come La Pedrera, è un edificio che appartiene alla fase modernista di Gaudí. Fu costruita tra il 1906 e il 1912 e fu l’ultima residenza privata progettata da Gaudí. Ha un aspetto grezzo e non convenzionale, con una facciata ondulata in pietra e balconi tortuosi in ferro battuto. Nel 1984 è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO con la dicitura “Opere di Antoni Gaudí”.

Chiesa di Colònia Güell

È un’opera incompleta di Gaudí. Costruito come luogo di culto per la popolazione situata sul pendio di una collina in un sobborgo manifatturiero a Santa Coloma de Cervelló, vicino a Barcellona. La chiesa fa parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO sotto la voce “Opere di Antoni Gaudí”.

Scuole della Sagrada Família

Si trattava di un piccolo edificio scolastico per i figli degli operai che stavano costruendo la Sagrada Família, ma era accessibile anche agli altri bambini della zona, soprattutto per le classi meno abbienti.